SEI IN > VIVERE CESENA > POLITICA
comunicato stampa

Giangrandi: “Sul volontariato certa politica dovrebbe arrossire”

3' di lettura
18

"Durante l’incontro, avvenuto nei giorni scorsi, con l’associazione di promozione sociale Il Pellicano, mi sono accorto, per l’ennesima volta, di quanto la politica sia distante dal mondo reale.

Non che la cosa mi sorprenda ma, a volte, questo scollamento dovrebbe far arrossire chi ci amministra. Anche perché, in molti casi, non é facile spiegare a chi, ogni giorno, mette a disposizione gratuitamente il proprio tempo per aiutare gli altri, la ragione per cui la politica - anziché dare una mano - troppo spesso preferisca girarsi dall’altra parte.

I progetti dell’associazione Il Pellicano - in primis lo spazio di aggregazione “Il Ciacaré” - per il loro prezioso impatto nel sociale, meriterebbero grande attenzione da parte dell’ente pubblico. E invece, a parte le solite belle parole e le solite pacche sulle spalle, nessuno in questi anni ha pensato di destinare le risorse necessarie a queste straordinarie suore francescane che, molto spesso, offrono alle fasce più fragili della popolazione quel sostegno che dovrebbe invece garantire il Comune.

Penso che, più della volontà, a questa amministrazione manchi un metodo, ovvero un procedimento che aiuti a capire quali sono i progetti realmente utili a questa città. Perché, se manca condivisione e partecipazione, può accadere - come in questo caso - che nessuno si accorga del lavoro straordinario delle volontarie e dei volontari dell’associazione Il Pellicano.

Ma il loro lavoro é troppo importante per essere ignorato, troppo prezioso per non essere sostenuto e valorizzato. Per questo, se sarò io a governare questa città mi impegno, pubblicamente fin da oggi, a raddoppiare le risorse troppo modeste oggi assegnate a questa associazione. Ma, visto che le onlus a Cesena sono tante, il mio desiderio é anche quello di creare una rete di connessioni tra Comune e mondo del volontariato per incoraggiare la collaborazione fra i soggetti e per raccogliere tutte quelle informazioni che ci consentiranno di aiutare tutte le associazioni, non solo quelle che portano voti.

Ho la sensazione che a Cesena manchi una mappatura credibile del mondo dell’associazionismo e quindi, troppe volte, le risorse vengono destinate solo a chi coltiva relazioni e rapporti, estromettendo invece tutte quelle realtà che, nel silenzio, lavorano a testa bassa in maniera encomiabile e senza mai chiedere nulla.

Che il mondo del volontariato, molto spesso, diventi a Cesena un bacino prezioso di voti non lo scopro certo io. Ma questa logica va spezzata e il riparto delle risorse deve tornare a seguire le rigide regole della meritocrazia. Per fare questo, il mondo della politica deve aprirsi a quello del volontariato, organizzando - in una logica di reciproca inclusività - incontri periodici che coinvolgano tutti i consiglieri comunali.

Durante l’incontro con l’associazione Il Pellicano, il sindaco Lattuca ha annunciato di voler risolvere il problema delle risorse per il volontariato installando due nuovi autovelox, omettendo che, in realtà, quelle risorse sarebbero soggette a dei vincoli precisi.

Preso atto che certe idee, per quanto irrealizzabili, emergono, chissà perché?, solo in campagna elettorale, io mi assumo un impegno meno vago e superficiale, ribadendo la mia volontà di raddoppiare, con ogni mezzo, anche con il coinvolgimento di soggetti privati, le risorse a disposizione del volontariato cesenate.

E restando sugli spunti emersi durante l’incontro con l’associazione Il Pellicano chiudo con una questione di forma: la politica, che non può essere soltanto l’arte della ricerca spasmodica del consenso, dovrebbe comprendere quando é il momento di fare comizi e quando, invece, é il momento dell’ascolto. Il sindaco, in quell’occasione, non l’ha capito e questo dice molto sulla sensibilità che la sua amministrazione ha dimostrato rispetto a certi problemi che, non a caso, oggi la politica si ritrova sulla coscienza”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2024 alle 08:57 sul giornale del 10 maggio 2024 - 18 letture






qrcode