SEI IN > VIVERE CESENA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Valorizzazione di alcuni immobili comunali, la Giunta intende assegnare l’ex Mulino di Serravalle, il vecchio acquedotto di Ponte Abbadesse e non solo

2' di lettura
60

Luoghi da valorizzare attraverso un percorso di rigenerazione urbana che doni loro nuova vita. Nel corso degli ultimi anni, l'Amministrazione comunale di Cesena ha avviato progetti, alcuni a carattere sperimentale, volti alla valorizzazione di diversi immobili di proprietà per la cui attuazione e messa in atto sono stati attivati percorsi di partecipazione che hanno coinvolto direttamente Associazioni, enti del Terzo settore e privati.

Proseguendo in questa direzione, anche a seguito di una specifica valutazione sotto il profilo tecnico, l'Amministrazione comunale intende valorizzare quattro immobili che rientrano nella categoria dei beni del demanio culturale. Si tratta dell'ex Mulino ENEL Serravalle, di via Mulini, del vecchio acquedotto di Ponte Abbadesse, in via Sorrivoli, dell'ex autoparco nel complesso di Sant'Agostino, e dell'ex Lazzaretto, che si trova in via Mura Porta Fiume.

L'idea è di promuovere il recupero di questi spazi attraverso una partnership con soggetti privati per lo sviluppo di attività e progetti con finalità di valore pubblico, a patto che gli assegnatari si facciano carico anche dei lavori di ripristino nel pieno rispetto di tutti i vincoli, storici e di utilizzo. Tutti gli immobili oggetto della proposta potranno essere assegnati per una durata di tempo rapportata all'entità degli oneri a carico dell'assegnatario per la realizzazione dell'intervento.

"Il Comune di Cesena – commenta l'Assessore con delega al Patrimonio Christian Castorri – è proprietario di fabbricati, appartenenti al demanio, che in passato hanno avuto un importante ruolo pubblico, ma che da tempo sono inutilizzati e per questa ragione caduti in condizioni di degrado. Considerata la loro centralità, oggi pensiamo a un prossimo nuovo utilizzo che potrà avvenire solo dopo aver programmato ed eseguito adeguati lavori di recupero. Rispetto ad altri edifici o spazi destinati alle alienazioni perché non più strumentali all'esercizio delle funzioni istituzionali dell'Ente, in questo caso procederemo con un'operazione di valorizzazione degli stessi tramite l'attivazione di procedure di concessione a soggetti che intendono avviare in questi locali progetti di rilievo ben relazionati alla nostra comunità e rispondenti a un interesse pubblico. Chiaramente la piena fruizione di questi immobili distribuiti sul territorio di Cesena dovrà essere garantita da lavori strutturali di ripristino e di messa in sicurezza. In virtù delle linee di indirizzo espresse dalla Giunta – prosegue l'Assessore – ci confronteremo con il Consiglio comunale al fine di predisporre tutti gli atti necessari alla procedura pubblica".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2023 alle 19:11 sul giornale del 06 marzo 2023 - 60 letture






qrcode