Tra l'Alighieri e i romagnoli una relazione lunga oltre 700 anni, ultimo appuntamento con "A proposito di Dante"

2' di lettura 19/05/2021 - Tra Dante e i romagnoli? Un legame indissolubile. Ultimo appuntamento con la rassegna letteraria "A proposito di Dante" organizzata dalla Biblioteca Malatestiana e che nel corso di queste settimane ha visto diversi scrittori e studiosi dialogare con la Direttrice scientifica Giliola Barbero. Venerdì 21 maggio, alle 18,30, sulla pagina Facebook della Malatestiana andrà in onda il doppio incontro che vedrà protagonisti Eraldo Baldini e Giuseppe Bellosi che con "Dante in Romagna – Mito, Leggende, Aneddoti, Tradizioni Popolari e Letteratura Dialettale" (Il Ponte vecchio, 2020) ci guideranno sulle orme del sommo Poeta, nella sua permanenza in Romagna negli ultimi anni di vita, e Roberto Casalini con "Dante e il suo mondo" (Il Ponte vecchio, 2020)

La presenza dell'Alighieri in Romagna si colorò di mito, soprattutto nei luoghi in cui terminò la sua opera e si conclusero i suoi giorni. Baldini e Bellosi, autori del saggio, si concentreranno sulla presenza del padre della Commedia nelle terre romagnoli, luoghi di amorevole rifugio, dove la sua memoria superò gli ambiti intellettuali per divenire profonda devozione popolare e oggetto di vasto interesse. L'opera di Casalini invece "Dante e il suo mondo" si presenta come una guida integrale alla lettura dell'Alighieri, completa di informazioni e di analisi e stesa in uno stile di trasparente chiarezza. Il libro, composto da sette ampi capitoli e da una appendice, dà conto minutamente della vita e delle opere del poeta, in una ricostruzione fondata sulla lunga frequentazione con i testi della Commedia e delle opere minori e con la lettura di storici e saggisti, compresi i più recenti e valorosi. Anche in questo caso, non mancano inoltre ampi richiami alla Romagna, che abitò nel cuore del poeta con i suoi paesaggi e le sue città, con i suoi briganti e i suoi eroi e con l'esperienza di una ospitalità generosa e magnanima nella Ravenna del suo ultimo rifugio.

Prosegue intanto "Cesena legge Dante", la campagna di invito alla lettura lanciata dalla Biblioteca Malatestiana in occasione della Giornata del Libro e del diritto d'autore che si celebra in tutto il mondo il 23 aprile e patrocinata dall'UNESCO per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale attraverso il copyright. Gli utenti della Malatestiana, e tutti i cesenati, potranno condividere sulla propria pagina Facebook, taggando la Malatestiana e accompagnando il post con l'#CesenaleggeDante, la propria video-lettura di alcune terzine della Commedia argomentando la scelta. È possibile inoltre condividere il proprio contributo anche su Instagram oppure inviandolo a cesenacultura@comune.cesena.fc.it.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2021 alle 14:21 sul giornale del 20 maggio 2021 - 122 letture

In questo articolo si parla di cultura, cesena, Comune di Cesena, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b3E7





logoEV